Comma 22 lancia una petizione per la gratuità della carta d’identità elettronica

Di Comma22 | 6 aprile, 2018

Comma 22 lancia una petizione per la gratuità della carta d’identità elettronica

Categoria: News

L’associazione Comma 22 onlus ha lanciato su change.org una petizione per la gratuità della carta d’identità elettronica.

Questo il testo della petizione, indirizzata ai capigruppo parlamentari della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica:

Da diversi mesi in alcune grandi città, come Roma, Milano, Napoli, nonostante non vi sia alcuna legge a stabilirlo, alla scadenza della carta d’identità cartacea o in caso di nuova emissione, viene rilasciata obbligatoriamente la nuova carta d’identità elettronica.

Il costo della carta d’identità elettronica è stato fissato in 13,76 euro + IVA al 22%, destinati al Poligrafico dello Stato, in aggiunta ai 5,42 euro, che restano al Comune, per un totale di 22,21 euro.

Il risultato, grazie anche all’assurdità di far pagare l’IVA per un’attività istituzionale, quasi fosse una prestazione di servizi privati, è che il costo della carta d’identità passa dai 5,42 euro, che continuano ad essere corrisposti nei Comuni dove si continua a rilasciare la carta d’identità cartacea, ai 22,21 euro nei Comuni che rilasciano esclusivamente la carta d’identità elettronica: in pratica il costo si quadruplica. Un costo che appare, oltre che ingiusto per una attività istituzionale dello Stato, particolarmente esoso.

Eppure una legge del 2011, poi abrogata, prevedeva che la carta d’identità elettronica fosse rilasciata gratuitamente, utilizzando gli stanziamenti presenti nel bilancio dello Stato, tra i quali quelli per la tessera sanitaria/carta nazionale dei servizi, che sembra destinata a essere dismessa, essendo scomparsa dal piano triennale per l’informatica nella pubblica amministrazione 2017 – 2019.

Chiediamo ai gruppi parlamentari di Camera e Senato, in attesa della formazione del nuovo governo, che si facciano promotori di una iniziativa legislativa per ripristinare la gratuità della carta d’identità elettronica; in subordine, qualora non si intendesse privare gli enti locali di entrate proprie, di stabilire per la carta d’identità elettronica lo stesso costo della carta d’identità cartacea, pari a 5.42 euro.

Comma 22 onlus – Associazione per i diritti dei cittadini